• UUUoB Drawing Series _ telaio serigrafico + disegno, 2016
    g1
  • UUUoB Drawing Series _ disegno, 2016
    g3-acetato
  • UUUoB Drawing Series _ telaio serigrafico + disegno, 2016
    g2
  • UUUoB Drawing Series _ disegno, 2016
    g2-acetato
  • BOLOGNA IS NOT RESTAURANT _ video 12'43'', 2016
    g1
  • CARNIVAL OF OPPRESSED FEELINGS _ performance ad Amsterdam con TAAK, 2017
    g11
  • CARNIVAL OF OPPRESSED FEELINGS _ performance ad Amsterdam con TAAK, 2017
    g12
  • SUBLIME IS NOT A BEAUTY _ 2012
    g5
  • CLOTHES FOR DEMONSTRATION AGAINST FALSE ELECTION OF VLADIMIR PUTIN (2011-1015) in "All the World's Futures", Biennale di Venezia, 2015
    g6
  • WINGS OF MIGRANTS _ installazione
    g10
  • WINGS OF MIGRANTS _ HD video film, 17'13'', 2012
    g7
  • DESTROYING FACTORIES, ORANGE MIGRANTS _ stampa su carta, 61x86cm, 2012
    SAMSUNG DIGITAL CAMERA

Gluklya (Natalia Pershina-Yakimanskaya)

developed for

Natalia Pershina-Yakimanskaya (in arte Gluklya) è considerata una pioniera della pratica performativa e dell’attivismo femminista in Russia. Attualmente vive e lavora sia nella sua città natale, Pietroburgo, sia ad Amsterdam. Gluklya ha co-fondato il collettivo di artisti ‘The Factory of Found Clothes’ (FFC) – che utilizza “abiti concettuali” come strumenti per creare una connessione tra l’arte e la vita di tutti i giorni – e il collettivo ‘Chto Delat?’ di cui è membro attivo dal 2003. Nel 2012, FFC è stata riformulata in “The Utopian Unemployment Union”, un progetto che unisce arte, scienze sociali e pedagogia progressista, offrendo alle persone con ogni tipo di background sociale l’opportunità di fare arte insieme. Nei suoi progetti, Gluklya affronta le storie personali analizzandole e rivelando il conflitto tra i sistemi politici e il mondo interiore.
Tra le mostre più recenti: “All the World’s Futures”, a cura di Okwui Enwezor alla 56a Biennale di Venezia, programma pubblico di Manifesta 10, MMOMA Mosca, MUMOC Vienna, Shedhalle Zurigo, ACC Galerie Weimar, HOME Manchester, Pratt Institute New York, MOMA New York (talk).

Gluklya _ CV