• SEVERAL LAWS. THE ELASTIC TEST _ vista allestimento
    appEW
  • UNTITLED (1) _ incisione laser su cuoio tinto a mano, 100x140cm, 2015-2016
    app-UNT
  • INFINITE CONTRADICTIONS _ installazione di tre bandiere unite (giacche in cuoio riciclate, bastoni in legno, piedistalli in acciaio), 2016
    app-FLAG
  • ERRATIC STATISTICS (1) _ bastone in legno, cuoio in diversi colori, 2m, 2016
    app-STICK
  • PORTRAYING SIMULACRA _ installazione con oggetto e questionario digitale, 2012–2013, Biennale di Venezia 2013, Romanian Official Representation II - "Reflection Centre for Suspended Histories. An Attempt"
    app1
  • AS GOOD AS GOLD (trittico) _ tessuto di canapa, filo di ferro, corde in pelle, vernice acrilica, glitter, 240x190cm, 2014, AS GOOD AS GOLD
    app3
  • 7 UNCERTAIN SCRIPTS _ installazione, 2014
    app4
  • POSITIVE TENSION (IN THE AIR) _ performance, 2012, dalla serie di cinque performance prodotte per Museums Quartier, Vienna
    app5

APPARATUS 22

developed for

Apparatus 22 è un collettivo artistico transdisciplinare fondato nel gennaio 2011 dagli attuali membri Erika Olea, Maria Farcas, Dragos Olea e Ioana Nemes (1979-2011) a Bucarest, Romania.
Dal 2015 tra Bucarest e Bruxells, Apparatus 22 si definisce come un collettivo di sognatori, ricercatori, attivisti poetici e futurologi (falliti) interessati all’esplorazione delle intricate relazioni tra economia, politica, studi di genere, movimenti sociali, religione e moda al fine di comprendere la società contemporanea. Un recente argomento di ricerca e di riflessione nella pratica di Apparatus 22 è l’universo SUPRAINFINIT: un tentativo di creare un mondo attraverso l’uso critico della speranza, navigando tra presente e futuro.
Nei diversi lavori di Apparatus 22 – installazioni, performance, testi – la realtà si mescola con la finzione e la narrazione, e tutto si fonde con un approccio critico che attinge conoscenza ed esperienza dal mondo del design, della sociologia, della letteratura e dell’economia.
Il collettivo ha partecipato a mostre e festival: La Biennale di Venezia 2013, MUMOK, Vienna (AT), Brukenthal Museum Contemporary Art Gallery, Sibiu (RO), MAK, Vienna (AT), Steirischer Herbst, Graz (AT), Akademie Schloss Solitude, Stuttgart (DE), Salonul de Proiecte, Bucharest (RO), Museion, Bolzano (IT), TIME MACHINE BIENNIAL OF CONTEMPORARY ART, D-0 ARK UNDERGROUND, Konji (BIH), TRAFO Gallery, Budapest (HU), Futura, Prague (CZ), Ujazdowski Castle – Centre for Contemporary Art, Warsaw (PL), Württembergischer Kunstverein Stuttgart (DE), Contemporary Art Museum (MNAC), Bucharest (RO), KunstMuseum Linz (AT), Osage Foundation (Hong Kong), Progetto Diogene, Turin (IT), Drodesera Festival, Dro (IT), Young Artists Biennial, Bucharest (RO), Oberwelt, Stuttgart (DE), Galeria Nicodim, Bucharest (RO), GALLLERIAPIÙ, Bologna (IT), Nieuwe Vide, Haarlem (NL), Nest, Den Haag, (NL), Académie Royale des Beaux-Arts de Bruxelles (BE), CIAP, Hasselt (BE), etc.; Apparatus 22 lavora anche al di fuori degli spazi istituzionali, con performance in luoghi pubblici, interventi in spazi privati e altre forme ibride.

Apparatus 22 _ CV