Set
19

Emilio Vavarella in “All I Know Is What’s On The Internet” @ The Photographers’ Gallery – London

posted on Settembre 19th 2018 in with 0 Comments

Quando:
26 Ottobre 2018–24 Febbraio 2019 giorno intero
2018-10-26T00:00:00+02:00
2019-02-25T00:00:00+01:00

Emilio Vavarella espone The Driver and the Cameras in All I Know Is What’s On The Internet, la nuova mostra della The Photographers’ Gallery di Londra.

All I Know Is What’s On The Internet presenta alcune opere contemporanee che indagano, mappano, analizzano le dinamiche culturali della produzione di conoscenza digitale esaminando la fotografia del ventunesimo secolo. In passato, la fotografia ha sempre giocato un ruolo unico nella documentazione delle circostanze e nella costruzione del sé, mentre, nel secolo corrente, il significato di una singola foto è usurpato dalla ridondanza dei concetti espressi dalle milioni di immagini della cultura industriale. Laddove le immagini digitali si moltiplicano e scorrono veloci online, la mostra considera la fotografia come una forma di conoscenza visuale, intimamente collegata ad algoritmi, robotica ed intelligenze artificiali. Come possiamo comprendere il ruolo della fotografie nell’era del “like”? Quali nuove forme di valore economico ed analfabetismo dei media derivano dal continuo ricircolo dei contenuti online?

Spostandoci dallo schermo del computer, che per sua (patinata) natura sembra sconfessare qualsiasi lato industriale, la selezione dei lavori si basa sull’esperienza dei moderatori di contenuti online, dei fotografi di Google Steet View e degli impiegati di Amazon’s Mechanical Turk, per descrivere le immagini utilizzate come algoritmi di visione artificiale. Nel costruire questo percorso, gli artisti in mostra spostano la loro attenzione sugli angoli più trascurati della pratica fotografica e sulla tecnica umana alla base di quest’industria dell’immagine.

All I Know Is What’s On The Internet presenta un’esplorazione radicale della cultura digitale in un momento in cui i confini tra verità e finzione, tra macchina ed umano, sono prepotentemente al centro dei dibattiti.

 

 

Constant Dullaart featuring Johann Heinrich Tischbein the Elder’s portrait of Friedrich II von Hessen (ca. 1770), Images Courtesy of Carroll Fletcher